Premio Sherlock: ecco la statua per il vincitore

Nasce il Premio Pinocchio Sherlock che sarà conferito il 1 marzo durante l’edizione 2020 del Festival del Giallo, in programma a fine febbraio alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia.

Il presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Pier Francesco Bernacchi, assegnerà la prestigiosa statuina – realizzata grazie al supporto di Sinapsi Group di Parma – ad un autore di genere letterario giallo (o noir) individuato da una giuria di giovani lettori pistoiesi. La statua di Pinocchio Sherlock è una vera e propria opera d’arte in legno, creata dallo scultore delle Dolomiti Mauro Olivotto, in arte “Lampo”, che ricorda in tutto Sherlock Holmes, il celebre personaggio “nato” dalla penna dello scrittore A. Conan Doyle.

Il regolamento per l’assegnazione del Premio Pinocchio Sherlock è frutto della stretta collaborazione della Fondazione Nazionale Carlo Collodi con la Biblioteca San Giorgio di Pistoia e la sua direttrice Maria Stella Rasetti, e con l’Associazione Pistoia Giallo e del suo presidente Giuseppe Previti. Un progetto che la biblioteca pistoiese sta portando avanti tra i giovani lettori pistoiesi. Sarà infatti una giuria composta da ragazzi e ragazze tra i 15 e i 20 anni a decretare il vincitore al quale sarà assegnato il Pinocchio Sherlock.

La Fondazione Nazionale Carlo Collodi continua la sua missione di sostegno e di promozione della cultura tra i giovani attraverso Pinocchio che in questo caso si fa ambasciatore della letteratura di genere giallo e noir. Il Pinocchio Sherlock, infatti, si ispira ad un altro progetto: quello di Pinocchio all’Opera che fu valutato dal Mibac come uno dei migliori progetti dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Un progetto che vide per la prima volta insieme Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Sinapsi e l’artista Lampo, nel quale Pinocchio è l’ambasciatore di un’altra icona del Made in Italy: l’Opera lirica.

Statua in legno di cirmolo realizzato da Mauro Lampo

Calcio: la prima edizione del Torneo Pinocchio

250 piccoli calciatori in campo al Noce di Noceto per il primo Torneo Pinocchio, organizzato dal Gs Fraore Noceto e sostenuto dal ilger.com e Sinapsi Group.

Le prime classificate si sono portate a casa il nostro pinocchietto violinista!

Il Torneo Pinocchio punta ad ampliare il proprio raggio d’azione e a diventare una manifestazione itinerante in cui il calcio si fa promotore dei principi e fini educativi dell’amicizia, del fair play e della passione. A rappresentare ogni città sarà una squadra a cui sarà affidato un pinocchietto musicista. I pinocchietti, insieme, formeranno una sorta di orchestra.

Rivivi le emozioni della mostra con la Guida Kids

La Guida Kids è uno dei prodotti editoriali di Pinocchio all’Opera. Riporta fedelmente i contenuti dei pannelli esplicativi della mostra.

Si tratta di un utile strumento per gli insegnanti per raccontare ai bambini il magico mondo del Teatro d’Opera.

La guida fornisce semplici nozioni sull’orchestra e la sua composizione, sulle maestranze e su quattro personaggi che hanno fatto la storia della musica classica italiana.

La Guida Kids offre contemporaneamente la possibilità di acquisire nozioni in italiano e in inglese. L’edizione è in doppia lingua.

Le immagini possono essere colorate dai bambini, dando spazio alla fantasia!

Pinocchio all’Opera premiato dal Ministero tra i migliori progetti culturali

Il nostro progetto sul podio del Mibac. Arriva un finanziamento da 10mila euro per “Pinocchio all’Opera”: il punteggio qualitativo ottenuto lo ha fatto piazzare al secondo posto in una classifica di 197 progetti culturali finanziati e a fronte di 500 domande presentate.

Leggi l’articolo

Il Compleanno di Pinocchio è all’insegna dell’Opera

Ci siamo! Il 32° Compleanno di Pinocchio è alle porte. E come lo scorso anno la Fondazione Nazionale Carlo Collodi organizza l’evento, che interessa tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado, in collaborazione con Sinapsi Group.

Scopri tutti i dettagli 

Langhirano, lirica magica: incantesimo per 500 bimbi

 

Fonte: Gazzetta di Parma, 28 dicembre 2018

Pinocchio all’Opera con… Giuseppe Verdi è in liberia!

Cosa sarebbe successo se Pinocchio avesse scelto di fare il suo ingresso al Teatro Regio e non al Gran Teatro dei Burattini? Sarebbe diventato un musicista, un sarto, o forse un direttore d’orchestra. E se avesse incontrato, sulla sua strada, un vecchio con un cilindro in testa e la barba bianca invece che quel brutto omone con la barbaccia nera? Avrebbe fatto talmente tante domande da finire per conoscere per filo e per segno la storia di Giuseppe Verdi. E l’avrebbe raccontata a tutti i bambini del mondo.

La nuova avventura del protagonista del celebre romanzo di Carlo Collodi in compagnia del compositore più eseguito dal mondo prende vita in “Pinocchio all’Opera con… Giuseppe Verdi”, un racconto ideato da Sinapsi Group nell’ambito del progetto “Pinocchio all’Opera”.

Il libro, scritto da Erica Dalmartello e illustrato da Emanuela Bussolati è edito dal Gruppo Spaggiari Parma ed è in vendita a 3,50 euro da sabato 27 ottobre.

Si tratta del primo volume della collana “I Grandi della Musica” che si propone di raccontare ai bambini, in modo divertente, le straordinarie vite dei personaggi che hanno fatto la storia della musica nel mondo… partendo da Parma e dall’Emilia Romagna.

Quattro biografie illustrate che fanno da corredo al progetto che l’azienda guidata da Davide Battistini ha voluto avviare con l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni alla meraviglia del mondo dell’Opera e che ha trovato il patrocinio dei Comuni di Parma e di Pescia, Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Fondazione Teatro Regio di Parma, Conservatorio Arrigo Boito di Parma, Club dei 27, Fondazione Luciano Pavarotti, Associazione Niccolò Paganini di Parma e Associazione Amici di Paganini.

Una storia avvincente e divertente, in grado di trasportare i bambini delle scuole primarie nella straordinaria vita del Cigno di Busseto.

 

SULLE AUTRICI
Erica Dalmartello è una musicofila appassionata di letteratura per l’infanzia e di musica classica e operistica per bambini. Nel suo blog Piccoli Viaggi Musicali raccoglie letture, ascolti, spettacoli, viaggi, fiere, trame d’opera con pupazzi, concerti: il racconto della vita di una mamma appassionata di musica e dei suoi due figli. Ha tenuto corsi di guida all’ascolto d’Opera lirica e ha scritto i testi della lezione-spettacolo “Pinocchio all’Opera” in sinergia con l’attrice Francesca Grisenti.

Emanuela Bussolati è un architetto che, invece di progettare case e grattacieli, ha scelto di illustrare libri per bambini. Ha ricoperto la carica di direttrice editoriale di Piccoli e La Coccinella ed è stata responsabile della collana Zerotre di Panini (Premio Andersen 2009 come miglior progetto editoriale). Tararì Tararera (Carthusia) si è aggiudicato il Premio Andersen nel 2010 come miglior libro 0-6 anni. Nel 2013 Emanuela ha ricevuto un ulteriore Premio Andersen, questa volta come miglior autrice completa.

 

DOVE TROVARE IL LIBRO

LIBRI E FORMICHE PARMA, via Vincenzo Mistrali 2/B 43121 Parma. Tel. 0521 506668

LIBRERIA FUTURINO & c., via Monte Grappa 2 43125 Parma. Tel. 0521 281289

PARMA POINT, via Garibaldi 18 43121 Parma. Tel. 0521 603127

LIBRERIA FIACCADORI, strada Duomo 8/a Parma. Tel. 0521 282445

LIBRERIA AZZALI, vicolo Sant’Apollonia 4, 43121 Parma. Tel. 0521 208994

 

Per informazioni: 370 30226379 – eventi@sinapsigroup.com

Oltre mille bambini alla scoperta della magia dell’Opera

Fonte: La Città dei Bimbi, settembre-ottobre 2018

Così “Lampo” si trasforma in moderno Geppetto

Fonte: Il Gazzettino, 4 aprile 2018

Pinocchio e l’Opera

Fonte: La Città dei Bimbi n.32